Mission e principi guida sull’erogazione del servizio

Obiettivo principale e condiviso dell’Ente è erogare prestazioni e servizi qualificati, considerando la persona nella sua unicità e programmando le attività in modo personalizzato.Attenzione particolare è facilitare il crearsi di un clima intimo e familiare che pur con le limitazioni derivanti dal vivere e condividere gli spazi con gli altri, riproponga la serenità e il calore di una famiglia.Per dare concerta applicazione, l’I.P.A.B. Centro Anziani di Bussolengo eroga i propri servizi dando valore ai seguenti principi fondamentali:

  • Dignità umana – Le prestazioni sanitarie ed assistenziali e ogni servizio sono proposte e offerte nel rispetto e nella completezza della persona considerando la sfera personale, privata e intima di ogni singolo individuo.
  • Uguaglianza – Il personale si impegna a garantire un trattamento che rispetti le persone per razza, sesso, censo, convinzioni religiose o politiche, operando con trasparenza ed onestà.
  • Continuità – L’Ente garantisce un servizio professionale di assistenza infermieristica e alla persona 24 ore su 24, valorizzato da momenti di verifica dei Piani Assistenziali Individuali – P.A.I. che consentono di fornire prestazioni socio – sanitarie ed assistenziali di qualità e di attuare progetti personalizzati, garantendo la condivisione e la partecipazione attiva dei familiari e degli ospiti.
  • Riservatezza – L’Ente assicura la tutela e il rispetto del segreto professionale relativamente al trattamento dei dati e delle informazioni concernenti le diagnosi e le prestazioni sanitarie, attraverso l’utilizzo della Cartella Socio Sanitaria informatizzata.
  • Partecipazione – Ogni singolo ospite deve essere considerato il vero protagonista della vita dell’Ente e deve poter essere coinvolto attivamente nelle attività quotidiane proposte, nel rispetto della sua volontà di scelta e decisione.  Similmente, anche i familiari devono poter essere coinvolti attraverso l’informazione e una continua relazione con la struttura. Nello specifico, l’Ente prevede l’obbligo della convocazione e offre ai familiari la possibilità di essere coinvolti attivamente nelle Unità Operative Interne – U.O.I., riunioni professionali d’équipe, con cadenza semestrale, durante le quali viene valutata la situazione generale di ogni singolo ospite, individuando eventuali obiettivi di miglioramento e mantenimento in un’ottica assistenziale condivisa e partecipata. Ospiti e familiari sono posti nella condizione di poter esprimere liberamente le proprie opinioni sulla qualità dei servizi e hanno l’opportunità di poter formulare eventuali reclami o suggerimenti finalizzati al miglioramento del servizio, nell’ambito di un clima di confronto costruttivo.
  • Individualità e Personalizzazione – L’Ente e le figure professionali in esso operanti valorizzano l’individualità di ogni singolo ospite, ponendo su di essa l’attenzione nello svolgimento di ogni singola prestazione, assumendo e valutando decisioni specifiche rispondenti alle esigenze personali dell’ospite considerato come soggetto unico, portatore di necessità specifiche. In particolare, l’individualità dell’ospite è garantita attraverso la strutturazione e la personalizzazione del Piano Assistenziale Individualizzato – P.A.I.
  • Professionalità – L’Ente garantisce un’assistenza qualificata e professionale 24 ore su 24 con la presenza continua del Personale Infermieristico. Cura dell’Ente è assicurare una continua formazione e informazione di tutto il proprio personale.
  • Efficacia ed Efficienza – Nell’ambito della pianificazione e del controllo delle attività, le prestazioni sanitarie ed assistenziali offerte dall’Ente rispondono ai criteri di efficacia, ossia valutando la capacità di raggiungere l’obiettivo prefissato, ed efficienza misurando l’abilità di farlo impiegando le risorse minime indispensabili.

I commenti sono chiusi